Stadio-Franchi-di-Firenze
News Stadi Serie A

Stadio Artemio Franchi di Firenze

Caratteristiche Stadio 
Nome StadioStadio Artemio Franchi
IndirizzoViale Manfredo Fanti 4, Firenze
Capienza43.032
Inaugurazione1931
Dimensione campo di gioco105 m × 68 m
ProprietarioComune di Firenze
BeneficiariFiorentina

Lo Stadio Artemio Franchi di Firenze è uno dei più importanti e principali stadi italiani (il 5° per capienza), nonché sede degli incontri interni della Fiorentina e teatro di incontri di baseball, pugilato, atletica leggera e ciclismo, fungendo da arrivo per alcune tappe del Giro d’Italia. L’impianto, inoltre, è un importante esempio di architettura, pieno di elementi innovativi e rivoluzionari per l’epoca in cui fu costruito.

La storia dello Stadio Franchi di Firenze: dalla nascita ai diversi restyling nel corso degli anni

Alla fine degli anni 20′, il crescente entusiasmo popolare per il gioco del calcio spinse il presidente della Fiorentina, il marchese Luigi Ridolfi, a ricercare un nuovo terreno ove edificare un impianto più consono alle esigenze ed ambizioni del club gigliato. Nel luglio del 1930, il Ministero della Guerra fu convinto a cedere al Comune di Firenze una parte di terreno sottoposto al demanio militare, nella zona di Campo di Marte. Il presidente poté contare sulla collaborazione finanziaria dell’amministrazione comunale, che però poco dopo si rifiutò di concedere i finanziamenti per il completamento dell’opera.

Il marchese, convinto dell’importanza del suo progetto di uno stadio prestigioso e moderno, e non volendo mancare alla parola data nei confronti dei soci e degli sportivi, decise di accollarsi personalmente parte delle spese e fu scelto l’avveniristico progetto dell’ingegner Pierluigi Nervi. Il primo lotto, comprendente il terreno di gioco, i servizi annessi e la tribuna centrale con l’inedita copertura a sbalzo senza sostegni, fu terminato nel maggio del 1931.

La bellezza e la maestosità architettonica del nuovo impianto il senatore Della Gherardesca a stanziare un parziale finanziamento per completare il secondo lotto, comprendente la tribuna di Maratona con la caratteristica torre svettante e, successivamente, le due curve. L’impianto, intitolato al martire fascista Giovanni Francesco Berta, venne inaugurato ufficialmente il 13 settembre 1931 con la partita Fiorentina-Admira Vienna, vinta dai viola per 1-0.

Lo stadio venne da subito considerato in Italia e all’estero un vero capolavoro architettonico, ricco di elementi innovativi ed avveniristici per l’epoca, come le scale elicoidali esterne per il deflusso degli spettatori, l’innovativa copertura della tribuna in cemento armato a sbalzo senza sostegni e l’elegante torre di Maratona visibile da ogni parte della città. Un’altro importante elemento fu il terreno di gioco, costruito secondo nuovi dettami tecnici per l’epoca e considerato tutt’ora come uno dei migliori d’Italia.

Dopo la fine della seconda guerra mondiale. l’impianto cambiò la sua denominazione in Stadio Comunale e la manterrà sino al 1993 quando, dopo i lavori di ristrutturazione previsti per Italia ’90, che videro  l’abbassamento del terreno di gioco e l’eliminazione della pista di atletica, lo stadio venne intitolato al grande dirigente sportivo toscano Artemio Franchi.

Un ulteriore restyling dell’impianto è avvenuto nell’estate del 2012, quando sono cominciati i lavori di ristrutturazione che hanno portato all’abbattimento delle barriere della tribuna Maratona e la creazione degli SkyBox nella tribuna centrale. Nell’estate del 2013, in vista degli impegni della Fiorentina nelle competizioni europee, si è provveduto alla trasformazione della tribuna coperta, avvicinandola al terreno di gioco e abbattendo le restanti barriere.

La mappa dello Stadio Franchi di Firenze

Attualmente, lo Stadio Franchi di Firenze può contare su una capienza complessiva di 43.032 posti a sedere (contrassegnati da un sediolino numerato) divisi in 5 settori:

mappa-stadio-franchi
La mappa dei settori dello Stadio Franchi di Firenze
  • Tribuna centrale e Parterre: 9.958 posti
  • Tribuna Maratona: 10.003 posti
  • Curva Fiesole: 11.662 posti
  • Curva Ferrovia: 8.564 posti
  • Settore ospiti: 2.845 posti

Settore ospiti Stadio Franchi di Firenze

Il settore ospiti dello Stadio Franchi di Firenze è situato tra la Curva Ferrovia e la Tribuna Maratona, un piccolo spicchio dell’impianto che, per questo motivo, viene spesso chiamato “Il Formaggino”.

Coreografie Stadio Franchi di Firenze

La tifoseria della Fiorentina ha spesso deliziato tutti con delle coreografie davvero suggestive, che hanno come filo conduttore i colori viola e il senso di appartenenza alla città di Firenze. Le più celebri sono sicuramente quelle raffiguranti il giglio, simbolo del capoluogo toscano, oppure lo skyline di Firenze. Ecco qui una raccolta delle più belle:

Regolamento Stadio Franchi di Firenze

L’accesso e la permanenza nell’impianto sportivo in occasione di qualsiasi evento prevede l’accettazione di un regolamento d’uso da seguire e rispettare , riportato sul sito ufficiale della Fiorentina e qui disponibile.

Match internazionali Stadio Franchi di Firenze

In quasi novant’anni di storia, lo Stadio Franchi di Firenze ha anche ospitato ben 25 incontri della Nazionale Italiana: la prima partita venne giocata il 7 maggio 1933 contro la Cecoslovacchia. Dal 20 gennaio 1993 al 1° marzo 2006, l’impianto venne tenuto fuori dagli impegni della squadra azzurra dopo che gli Azzurri vennero fischiati per tutta la gara durante un’amichevole contro il Messico.

Il 7 settembre 2010, in occasione dell’incontro Italia e Isole Fær Øer, si è disputato il primo incontro valevole per le competizioni calcistiche internazionali (in questo caso le qualificazioni a Euro 2012) dal 1982. L’ultima gara, invece, risale allo scorso 3 settembre 2015, quando la Nazionale affrontò Malta in un match valido per le qualificazioni a Euro 2016.

Allo Stadio Franchi di Firenze si sono disputate 5 partite nel corso dei due Mondiali organizzati in Italia (1 nell’edizione del 1934 e 4 nell’edizione del 1990), 1 partita dell’Europeo del 1968 e 3 partite delle Olimpiadi di Roma del 1960. Le finali internazionali giocate nell’impianto toscano sono 5, tutte con la Fiorentina come protagonista: 2 finali di Coppa Mitropa (1966 e 1972), 1 finale di Coppa Anglo-Italiana (1973), 1 finale di Coppa di Lega Italo-inglese (1975) e 1 finale di Coppa delle Coppe (1961).

Altre gare internazionali, infine, sono state l’amichevole tra Argentina e Uruguay del 2003 e una gara di Coppa Uefa tra Hapoel Tel Aviv e Leeds nel 2002.

Biglietti partite

Per l’acquisto dei biglietti delle partite della Fiorentina in programma allo Stadio Franchi di Firenze è possibile recarsi Nuovo Fiorentina Point in Via dei Sette Santi 28 angolo Via Duprè dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 19.00, mentre la domenica è aperto dalle 10.00 fino ad inizio partita se la gara è alle 15:00 oppure alle 18:00, mentre è aperto dalle 14:30 fino a inizio partita se il fischio d’inizio è in programma alle 20.45. Un alternativa, ci sono i Fiorentina Store di Piazza Mercato Centrale e del Centro Commerciale i Gigli: il primo è aperto dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 14.00 e dalle 15.30 alle 19.30; il secondo, invece, fa orario continuato dal lunedì alla domenica dalle 10.00 alle 20.00.

Per chi, invece, preferisce acquistare i biglietti per le partite della comodamente da casa può farlo online da questo sito: (http://it.violachannel.tv/vc13-acquista-online.html).

Come arrivare allo Stadio Franchi di Firenze

Sono diversi i modi e i mezzi per raggiungere lo Stadio Franchi di Firenze per assistere ad una partita o ad un evento.

car-1Raggiungere lo Stadio Franchi di Firenze in auto: percorrendo l’autostrada A1 Milano-Napoli, uscire all’uscita “Firenze Sud”. Percorrere l’intero viadotto di Varlungo Marco Polo, quindi seguire le indicazioni “Stadio” presenti agli incroci.

busRaggiungere lo Stadio Franchi di Firenze con l’autobus: dal centro di Firenze (stazione Santa Maria Novella o Piazza San Marco) servirsi delle linee Ataf 7, 17 o 20 (nei giorni delle gare sono attivate corse supplementari).

train-1Raggiungere lo Stadio Franchi di Firenze in treno: la fermata più vicina all’impianto è quella di Firenze Campo di Marte (400 metri dallo stadio). All’uscita della stazione percorrere Largo Gennarelli fino al semaforo. Per chi arriva alla fermata di Firenze Santa Maria Novella, invece, si consiglia di prendere un treno che si dirige verso la stazione Campo di Marte.

airplaneRaggiungere lo Stadio Franchi di Firenze dall’Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze: situato a pochi chilometri dal centro storico, uno Shuttle Bus collega l’aeroporto con la stazione ferroviaria di Santa Maria Novella. Da qui è possibile raggiungere li Stadio Franchi di Firenze in autobus.

airplaneRaggiungere lo Stadio Franchi di Firenze dall’Aeroporto Galileo Galilei di Pisa: prendere uno dei treni o autobus che fermano presso la stazione di Santa Maria Novella; in alternativa, noleggiare un’auto e percorrere la Firenze-Pisa seguendo le indicazione per lo stadio.

Parcheggiare allo Stadio Franchi di Firenze

Lo Stadio Franchi di Firenze si trova una zona della città senza parcheggi di pertinenza e per questo è consigliato servirsi dei mezzi pubblici per raggiungere l’impianto. Per chi non può fare a meno dell’auto ci sono i parcheggi di Piazza Alberti, Piazza Beccaria, Piazza Ghiberti e Piazza della Libertà (dove è possibile noleggiare gratuitamente delle biciclette, in ogni caso a piedi ci vogliono al massimo 15/20 minuti) o quelli, più distanti, di Fortezza da Basso, Stazione S. Maria Novella, Porta al Prato, tutti ben serviti dai mezzi pubblici.

Hotel Stadio Franchi di Firenze

Pernottare nei pressi dell’impianto rappresenta una buona idea per chi vuole seguire una partita senza lo stress dei trasporti per giungere allo stadio. Sono diversi gli alberghi vicino allo Stadio Franchi di Firenze per tutte le tasche.  

Concerti Stadio Franchi di Firenze

L’impianto ha ospitato, nel corso della sua storia, numerosi concerti dei più svariati artisti di fama internazionale. Il primo ad esibirsi nello stadio fiorentino fu Elton John nel 1973, seguito da Patti Smith nel 1979. Nel 1987, in pochi mesi, ci furono le esibizioni di alcune tra le più illustri personalità del mondo della musica: si partì coi Duran Duran, poi fu il turno di David Bowie e infine Madonna (che è tornata poi nel 2012). Nel 2003, invece, si esibì Bruce Springsteen, che ha fatto il bis nel 2012.

concerti-stadio-franchi-di-firenze
Il palco montato in occasione di un concerto allo Stadio Franchi

Anche i principali artisti della musica italiana si sono esibiti al Franchi di Firenze. Il primo fu Francesco De Gregori nel 1982, mentre per vedere e sentire altri cantanti bisognerà aspettare qualche anno. Luciano Ligabue ha scelto per cinque volte questa struttura come teatro di un suo concerto (dal 2002 al 2014) mentre Vasco Rossi ha fatto tappa nel capoluogo toscano per tre volte (dal 1999 al 2007), così come Renato Zero tra il 1999 e il 2007. Altri italiani ad esibirsi sono stati Claudio Baglioni nel 2003 e Lorenzo Jovanotti nel 2013.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *