stadio-ferraris-di-genova
News Stadi Serie A

Stadio Ferraris/Marassi di Genova

 

Caratteristiche Stadio 
Nome StadioStadio Luigi Ferraris
IndirizzoVia Giovanni De Prà, 1 Marassi (GE)
Capienza36.599
Inaugurazione1911
Dimensione campo di gioco105 m × 68 m
ProprietarioLuigi Ferraris s.r.l.
BeneficiariGenoa, Sampdoria

Spesso noto anche come Marassi, dal nome del quartiere dove sorge, lo Stadio Ferraris è l’impianto più antico d’Italia e ospita le partite casalinghe del Genoa dal 1911 e della Sampdoria dal 1946.

La storia dello Stadio Ferraris: dalla nascita ai diversi restyling nel corso degli anni

L’inizio dell’edificazione dello stadio è incerta, ma generalmente viene scelto come giorno simbolico il 10 luglio 1910. In questa data l’allora presidente del Genoa, Edoardo Pasteur, decise costruire un campo da calcio all’interno del galoppatoio situato nel terreno di sua proprietà nel complesso della Villa Centurione Musso Piantelli, residenza cinquecentesca tuttora esistente a ridosso dell’ingresso dei Distinti. Il 22 gennaio 1911, in occasione della partita tra Genoa ed Internazionale, lo stadio venne ufficialmente inaugurato con il nome di Campo di Via del Piano.

Agli inizi degli anni ’30, il Genoa acquistò il vecchio Cajenna, l’adiacente campo sportivo dei cugini dell’Andrea Doria, per costruire una nuova tribuna situata a nord dell’impianto, quella che negli anni sarebbe diventata curiosamente la sede del tifo più caldo della tifoseria genoana. Il 1º gennaio 1933 venne così inaugurato il nuovo stadio, che divenne uno dei più moderni dell’epoca, e per l’occasione venne intitolato a Ferraris, capitano del Grifone caduto durante la prima guerra mondiale.

In occasione di Italia ’90, il Ferraris fu, settore dopo settore, demolito e ricostruito. Per consentire alla Sampdoria e al Genoa di poter continuare a giocare le partite casalinghe a Marassi, i lavori furono eseguiti “per singoli settori” e durarono ben due anni e due mesi (dal luglio del 1987 al settembre del 1989). Del vecchio stadio rimase soltanto l’ingresso della tribuna, mentre per il resto il nuovo Ferraris si presentava come un moderno stadio all’inglese: spalti a ridosso del campo (che potevano ospitare poco più di 40.000 spettatori), installazione di due maxi-schermi e costruzione di una copertura per tutti i settori ad eccezione delle 15 file più basse delle due gradinate.

In seguito, lo stadio subì piccole modifiche che lo portarono ad essere com’è oggi. I tifosi ospiti vennero spostati nelle gabbie poste ai due lati estremi della tribuna, adiacenti alle due gradinate; la capienza, in seguito all’inserimento di nuovi seggiolini per l’adeguamento ai parametri UEFA, imposta per rendere possibile la partecipazione della Sampdoria alla Coppa UEFA 2005/06, fu ridotta a poco più di 38.000 unità; capienza che si ridusse ulteriormente per l’installazione di nuovi seggiolini e per l’eliminazione delle prime file per essere in regola con le norme di visibilità e sicurezza obbligatorie per la partecipazione dei blucerchiati alla Champions League del 2010/11.

La mappa dello Stadio Ferraris

Attualmente, lo Stadio Ferraris può contare su una capienza complessiva di 36.599 posti (contrassegnati da un sediolino numerato) a sedere divisi in 7 settori:

mappa-stadio-ferraris
La mappa dei settori dello Stadio Ferraris di Genova
  • Distinti: 8.781
  • Tribune: 5.124
  • Gradinata Nord: 9.215
  • Gradinata Sud: 9.232
  • Settore ospiti Nord: 2.067
  • Settore ospiti Sud: 2.067
  • Settore per disabili: 113

Settore ospiti Stadio Ferraris

Il settore ospiti dello Stadio Ferraris è situato in due posizioni diverse, a seconda di quale delle due squadre genovesi gioca in casa. Quando a giocare a Marassi è  il Genoa, il settore ospiti si trova tra la tribuna e la Gradinata Sud. Viceversa, invece, quando a giocare in casa è la Sampdoria il settore ospiti è situato tra la tribuna e la Gradinata Nord.

Coreografie Stadio Ferraris

Le tifoserie di Genoa e Sampdoria sono tra le più calde e passionali di Italia e, probabilmente, anche del mondo. Nel corso degli anni le due gradinate si sono esibite in spettacolari coreografie che hanno lasciato tutti a bocca aperta e hanno fatto il giro del mondo. Celebri sono soprattutto quelle mostrate nei derby della Lanterna. Ecco qui una raccolta delle più belle:

Regolamento Stadio Ferraris

L’accesso e la permanenza nell’impianto sportivo in occasione di qualsiasi evento prevede l’accettazione di un regolamento d’uso da seguire e rispettare , riportato su una sezione apposita del sito ufficiale del Genoa e qui disponibile.

Match internazionali Stadio Ferraris

Lo Stadio Luigi Ferrari ha ospitato 5 partite delle 2 edizioni dei Mondiali disputati in Italia: 1 nel 1934 e 4 nel 1990. L’impianto, inoltre, è stato per un certo periodo di tempo uno degli stadi preferiti per le partite internazionali della Nazionale Italiana di rugby, viste le peculiari caratteristiche all’inglese dell’impianto, tipiche dei campi da rugby. I principali incontri giocati qui sono stati ben 9, dal 1935 al 2014: i match giocati nel nuovo millennio sono tutti contro avversari illustri come Nuova Zelanda, Sudafrica, Australia e Argentina.

Biglietti partite

Per l’acquisto dei biglietti delle partite del Genoa è possibile recarsi presso il Ticket Office del Genoa Museum and Store in via al Porto Antico, 4 (aperto dalle 10.00 alle 19.00) oppure presso le ricevitorie Listicket Lottomatica; per l’acquisto dei biglietti delle partite della Sampdoria, invece, è possibile recarsi ai Sampdoria Point di via Cesarea, via Casata Centuriona e via Travi. In alternativa è possibile acquistare i biglietti per le partite di Genoa e Sampdoria in programma allo Stadio Ferraris comodamente online anche da questo sito:

Come arrivare allo Stadio Ferraris

Sono diversi i modi e i mezzi per raggiungere lo Stadio Ferraris per assistere ad una partita o ad un evento.

car-1Raggiungere lo Stadio Ferraris in auto: uscire a  “Genova Est” e prendere la direzione “Centro” seguendo le indicazioni per lo stadio. Si ricorda che la zona intorno all’impianto, in occasione delle gare, è a sosta limitata (ZSL).

busRaggiungere lo Stadio Ferraris con i mezzi pubblici: per raggiungere lo Stadio Ferraris bisogna prendere le linee 12 (Caricamento – Giro del Fullo), 13 (Prato – Caricamento), 14 (De Ferrari – Prato), 37 (Via dei Platani – Stazione Principe), 47 (Largo Merlo – De Ferrari – Largo Merlo), 48 (Molassana – Piazzale Kennedy), 480 (Brignole – Sant’Eusebio) e 482 (Brignole – Sant’Eusebio). In occasione delle partite vengono attivate le seguenti linee: BM con corse da Molassana, CM con corse da Caricamento, KM con corse da Piazzale Kennedy, SM con corse da Stazione Principe e 47/ con corse da piazzale Kennedy.

train-1Raggiungere lo Stadio Ferraris in treno: tutti gli autobus riportati sopra passano dalla Stazione di Genova Brignole (la più vicina allo stadio). Il 18, 37 (e SM solo in occasione delle partite) passano anche dalla Stazione di Genova Piazza Principe, collegata con un treno ogni 5 minuti alla Stazione Brignole. Scendendo a Genova Brignole si può arrivare all’impianto anche a piedi (10 minuti circa), imboccando il tunnel a destra, stazione alle spalle, e proseguendo sulla strada che costeggia il fiume Bisagno.

airplaneRaggiungere lo Stadio Ferraris dall’Aeroporto Cristoforo Colombo: prendere la navetta “Volabus” con capolinea alla Stazione di Genova Piazza Principe. Da lì, prendere il 18 o il 37 (o il servizio navetta SM solo in occasione delle partite), oppure un treno per la stazione di Genova Brignole e seguire le indicazioni riportate sopra.

Parcheggiare allo Stadio Ferraris

Per chi arriva allo Stadio Ferraris in auto non sarà difficile parcheggiare nelle vicinanze dell’impianto. Infatti sia in Via del Piano che in Via Canevari sono presenti numerosi parcheggi aperti 24 ore su 24 e con una tariffa media di 2€ all’ora. Se questi dovessero essere eccessivamente affollati, il parcheggio nel Piazzale Marassi sarà la soluzione; se, invece, volete avere la vostra auto accanto a voi, il Parcheggio nel Piazzale Atleti Azzurri d’Italia è l’ideale. Al contrario, se si è disposti a percorrere qualche tratto a piedi, si può riporre la propria macchina in uno dei capienti parcheggi a pagamento ubicati nella vicina zona di Brignole oppure sfruttare il Garage Olimpo in pieno centro, raggiungibile facilmente a piedi o con i mezzi pubblici.

Hotel Stadio Ferraris

Pernottare nei pressi dell’impianto rappresenta una buona idea per chi vuole seguire una partita senza lo stress dei trasporti per giungere allo stadio. Sono diversi gli alberghi vicino allo Stadio Ferraris per tutte le tasche.

Concerti Stadio Ferraris

L’impianto non è soltanto utilizzato per partite di calcio, ma è spesso luogo di esibizione di grandi artisti italiani e internazionali per i loro concerti. Nel 1999 si è esibito Bruce Springsteen, mentre un anno dopo c’è stato un concerto di Luciano Ligabue. Nel 2004 è stato il turno di Vasco Rossi, il quale si era già esibito al Ferraris nel 1996 e nel 1999. In questo stadio, inoltre, hanno tenuto concerti Lucio DallaFrancesco De Gregori, Edoardo BennatoPino Daniele, Claudio BaglioniGianni Morandi e, ovviamente, Fabrizio De André.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *